• deutsch
  • english

Mobile marketing: una tendenza globale?

Libri, biglietti, scarpe: l'acquisto tramite smartphone o tablet negli ultimi due anni è cresciuto enormemente. Non è più concepibile un mondo senza ricerca e acquisto di prodotti su Internet. La Bundesverband Digitale Wirtschaft (BVDW, associazione federale per l'economia digitale) prevede che questa tendenza quest’anno subirà una crescita straordinaria e produrrà complessivamente un fatturato lordo in pubblicità di 105 milioni di euro.


Mobile marketing: una tendenza in crescita?

Mobile marketing: una tendenza in crescita?

In Germania, circa il 40% degli utenti smartphone utilizza il proprio dispositivo per fare acquisti. Ciò significa +8% rispetto al 2012 (32%). Secondo il "MAC Mobile-Report 2013/01" di BVDW, si possono definire come settori di investimento più forti dell'economia per l'anno 2012 quello automobilistico, delle telecomunicazioni e dei servizi.

Il mobile marketing gioca un ruolo importante nel customer journey. Lo switch tra dispositivi durante una decisione di acquisto è sempre più frequente: infatti gli utenti nella maggior parte dei casi usano dispositivi diversi per la ricerca online. Spesso si informano su smartphone o tablet ma concludono l'acquisto su PC, a casa o in ufficio. La conoscenza di questi meccanismi può essere sfruttata da una campagna per device mobili perfettamente coordinata. Una campagna mobile con coupon, ad esempio, può contribuire a convertire gli utenti in tempi più brevi. Il mobile è estremamente adatto a collegare il mondo online con il punto vendita ed è un aspetto molto rilevante nel canale affiliate. Il cellulare, il più personale di tutti i device, offre l'opportunità di raggiungere certi clienti potenzialmente ovunque. Molti network noti come Affilinet, Zanox, Belboon e Tradedoubler offrono inoltre soluzioni di tracking mobile per poter contattare i propri target tramite dispositivi mobili.

Di seguito sono riportati alcuni modelli di business che offrono i loro servizi agli affiliati nel mobile marketing:

Coupon per device mobili: gli utenti smartphone si informano su offerte promozionali, per esempio tramite un'app,; con un clic sul coupon vengono indirizzati a un negozio online oppure scaricano il coupon e lo utilizzano in un negozio.
Tagging dei prodotti: ai prodotti, per esempio della categoria moda e accessori, possono essere assegnati dei tag in video o immagini. Gli utenti fanno clic su di essi e vengono indirizzati alla pagina del fornitore.
Integrazione di banner: i banner vengono integrati nelle app o nelle pagine degli affiliati. Facendo clic su di essi l'utente viene indirizzato alla pagina del fornitore.

I network specializzati, per esempio kissmyads, hanno conosciuto la crescita del mobile marketing e già si concentrano campagne performance-based per siti web mobile e app. Il network Zanox d’altro canto genera il 5% del suo fatturato tramite device mobili. Dati recenti mostrano che il volume di vendite su smartphone e tablet in Europa nello scorso anno è aumentato di oltre il 140% rispetto all'anno precedente. Secondo lo Zanox Mobile Barometer 2012, l'iPad è il leader indiscusso dei dispositivi mobili. Con il 53% di vendite, supera il sistema operativo Android e l'iPhone. L'iPad non solo vince per numero di transazioni, ma anche per fatturato medio per transazione.

Per concludere, il mobile marketing non è un trend di breve durata. Di certo il dominio non sarà globale: gli advertiser dovrebbero prestare più attenzione all'm-commerce e pensare a come inserire in modo ottimale il mobile-advertising nella strategia di marketing. Il mobile marketing non si ferma mai e chi non salta sul treno in corsa rimane fermo.



Lascia un commento





I campi obbligatori sono contrassegnati (*)