• deutsch
  • english

Una soluzione per il targeting locale: lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google

Dopo averlo annunciato già da tempo, Google ha finalmente perfezionato lo Strumento per le parole chiave. D’ora in poi sarà possibile consultare le parole chiave e trovare nuove idee per le keywords e gruppi di annunci semplicemente attraverso un account AdWords attivo. Riassumendo, sono quattro le differenze sostanziali che si possono osservare tra il vecchio Strumento per le parole chiave e il nuovo Strumento di pianificazione delle parole chiave.

Una soluzione per il targeting locale: raggiungere i gruppi target in singole città

Una soluzione per il targeting locale: raggiungere i gruppi target in singole città

La novità sta nell’aver unito le funzioni dello Strumento per le parole chiave e dello Strumento per la stima del traffico in modo da semplificare la pianificazione delle campagne di ricerca per gli inserzionisti, soprattutto per gli inesperti.

Funzioni prima separate come le Ricerche mensili locali e globali ora sono confluite in Media delle ricerche mensili. Non verrà più fatta distinzione tra ricerche effettuate da mobile o da desktop, novità che si tradurrà in un numero di risultati notevolmente superiore per il volume di ricerca.

Per quanto riguarda i CPC, la nuova colonna dedicata fornisce dati molto più precisi rispetto a prima. Rispetto alla vecchia limitazione di paesi e lingue, ora è possibile vincolare la ricerca a specifiche regioni o singole città così da poter impostare le ricerche mediante keywords in modo ancora più mirato rispetto al gruppo target.

https://adwords.google.com/

https://adwords.google.com/

Come funziona l’analisi delle keywords con il nuovo Strumento di pianificazione?

Nell’account AdWords, lo Strumento di pianificazione delle parole chiave è disponibile nel menù Strumenti e analisi.

https://adwords.google.com/

https://adwords.google.com/

Se si possiede già un elenco di keywords conviene selezionare la scheda Ottieni il volume di ricerca per un elenco di parole chiave o raggruppale in gruppi di annunci o Ottieni stime di traffico per un elenco di parole chiave per conoscere il volume di ricerca di questi termini. Nel passaggio successivo, è possibile inserire le keywords nel primo campo per effettuare un’analisi. Spesso, informazioni come paese, lingua, eccetera sono già impostate, tuttavia conviene sempre verificare.

https://adwords.google.com/

https://adwords.google.com/

La prossima schermata contiene le schede Idee per gruppi di annunci e Idee per le parole chiave:

https://adwords.google.com/

https://adwords.google.com/

La scheda Idee per le parole chiave contiene la keyword desiderata oltre ad altre combinazioni di keywords rilevanti per il tema:

https://adwords.google.com/

https://adwords.google.com/

Attraverso la freccia posizionata nella riga delle keywords è possibile aggiungere quelle appena acquisite al piano personale:

https://adwords.google.com/

https://adwords.google.com/

Passando il puntatore del mouse sopra il diagramma, compare direttamente un grafico con l’andamento della keywords negli ultimi dodici mesi.

Riassumendo:

Per i principianti e gli utenti inesperti utilizzare lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google è diventato molto più semplice. Inoltre, si rivelano molto valide le migliorie apportate al targeting regionale, dove ora è possibile selezionare non più solo singoli Paesi ma anche regioni o città. Nell’ambito Local SEO, in particolare, questo strumento offre vantaggi significativi per la localizzazione delle aree target. Da ricordare anche che, caricando i file CSV, l’utente può consultare fino a 10.000 parole chiave. Lo Strumento di pianificazione delle parole chiave, tuttavia, offre meno possibilità di selezioni per filtri e impostazioni, e questo è uno svantaggio. Ora occorrono più passaggi per esaminare le tendenze di ricerca globali e locali e non è più possibile visualizzare i volumi di ricerca relativi ai dispositivi mobili separatamente da quelli relativi ai PC. I risultati ottenuti, quindi, riflettono solo i dati complessivi di tutti i dispositivi.



Lascia un commento





I campi obbligatori sono contrassegnati (*)